Femminismo liberale e velo come simbolo di libertà

Spiega Caroline Fourest (La Génération Offensée): “Il patriarcato è astuto. Ha più di un asso nella manica, altrimenti sarebbe sparito da molto tempo. Ai nostri giorni ha individuato la maschera del “femminismo intersezionale” per spiegare alle giovani femministe che la lotta contro le mutilazioni genitali o contro il velo fa il gioco dei razzisti, e che sarebbe meglio accusare le femministe laiche e universaliste di essere delle sporche borghesi bianche e islamofobe. Perfino quando sono di cultura musulmana e denunciano la propria oppressione“.

c

Torna in alto