Critichi il movimento trans? Amazon non vende il tuo libro

Critichi il movimento trans? Amazon non vende il tuo libro

Condividi Articolo:

A quanto pare oggi sono le colossali compagnie private (da Amazon a Twitter a Facebook) a decidere che cosa è lecito pensare-dire-scrivere, punendoti con il ban o la censura se quello che pensi-dici-scrivi “viola gli standard” (la formula di solito è questa). Nei giorni scorsi è toccato alla nota attivista britannica Posie Parker, il cui account Zoom è stato sospeso temporaneamente, con minaccia di blocco definitivo, per le sue posizioni gender critical. A volte non ti viene nemmeno detto in che modo avresti violato gli standard: come subire una condanna senza che tu sappia di quale reato sei stato accusato.

Su Amazon puoi tranquillamente comprare Mein Kampf di Adolf Hitler, ma se il tuo libro non omaggia il transcult viene rimosso dal catalogo: un rogo virtuale. In coerenza con le nuove politiche pro-trans dell’amministrazione Biden, Amazon quindi non venderà più When Harry Became Sally: Responding to the Transgender Moment di Ryan T. Anderson.

La questione è molto seria. La T-lobby esercita la sua influenza all’interno delle company fino a prendere decisioni che mettono in questione la stessa tenuta democratica.

***********************************************************************

Amazon è accusata di censura “assurda e inaccettabile” dopo la scomparsa di un libro che mette in discussione il movimento transgender.

L’autore Ryan T. Anderson ha reso noto che il suo libro When Harry Became Sally: Responding to the Transgender Moment è stato rimosso da Amazon, e voci critiche hanno sottolineato che il rivenditore online ha una storia di censura di libri e non rispetta le opinioni politiche liberali della società.

“Spero che abbiate già comprato la vostra copia, perché Amazon ha appena rimosso il mio libro When Harry Became Sally: Responding to the Transgender Moment dai suoi scaffali informatici.… altri miei quattro libri sono ancora disponibili (per ora)” ha twittato Anderson.

When Harry Became Sally è stato nella lista dei bestseller di Amazon, mirava a “fornire risposte ponderate alle domande derivanti dal nostro momento transgender” e proponeva un “approccio equilibrato alla politica pubblica sull’identità di genere“.

Lunedì una ricerca su Amazon di When Harry Became Sally non ha trovato il libro, in alternativa venivano suggeriti libri con una visione opposta come The End of Gender: Debunking the Myths about Sex and Identity in Our Society, Understanding Gender Dysphoria: Navigating Transgender Issues in a Changing Culture o ancora Let Harry Become Sally: Responding to the Anti-Transgender Moment.

Amazon non ha dato risposte a chi ha chiesto chiarimenti immediati.

Mentre non è possibile acquistare il libro su Amazon, è ancora possibile comprarlo (per ora?) da Barnes and Noble. Data la spinta aggressiva sulle politiche trans in arrivo dall’amministrazione Biden, ora è un ottimo momento per leggerlo. Compratelo prima che non sia più possibile, ha aggiunto Anderson in un tweet.

L’opinionista di Dispatch David French ha criticato la mossa come “assurda e inaccettabile“, mentre l’editorialista del New York Times Ross Douthat ha suggerito che Amazon sta “conducendo esperimenti su ciò che gli è possibile fare“.

Target aveva già scatenato una protesta tra i critici l’anno scorso, quando il grande rivenditore aveva annunciato che stava ritirando Irreversible Damage: The Transgender Craze Seducing Our Daughters, perché un utente di Twitter aveva ritenuto il libro transfobico. Target ha quindi invertito la marcia.

Molti hanno twittato i loro pensieri:

Chad Felix Greene@chadfelixg

Sono transgender e questo libro è illuminante, riflessivo e ben studiato. Fornisce informazioni necessarie e importanti sulla scienza e l’impatto sociale del movimento dell’identità di genere @amazon @AmazonHelp deve affrontare questo problema. Rimuovere completamente un libro è profondamente sbagliato.

Christina Sommers Si può comprare il Manifesto SCUM (Society for Cutting Up Men) di Valerie Solanas, il Manifesto Unabomber di Ted Kaczynski e il Mein Kampf di Adolph Hitler su @amazon @amazonbooks ma non il nuovo libro di Ryan T. Anderson che critica il movimento transgender? Si prega di spiegare @AmazonHelp

L’anno scorso il pamphlet di Alex Berenson sul Covid, Unreported Truths about COVID-19 and Lockdowns: Part 1 è diventato il best seller n. 1 nel Kindle Store di Amazon nel dopo che il rivenditore online aveva detto a Berenson che il suo libro non soddisfaceva le linee guida dell’azienda.

L’ex-giornalista del New York Times ha lanciato rapidamente una protesta su Twitter, definendo la mossa di Amazon una censura oltraggiosa da parte di un’azienda che ha guadagnato enormemente dal lockdown visto che milioni di persone sono state costrette a fare acquisti online. Il CEO di SpaceX Elon Musk e altri importanti giornalisti hanno difeso Berenson e Amazon alla fine ha permesso che il libro fosse venduto sulla sua piattaforma.

Amazon ha dichiarato a Fox News che si era trattato di un “errore” e che il libro non avrebbe dovuto essere bloccato, ma Berenson ha i suoi dubbi. “A me non hanno detto che è stato un errore… Credo di non essere l’unica persona a cui è capitato questo. Devono essere chiari su quale sia la loro posizione riguardo alla pubblicazione di materiale politicamente controverso” ha dichiarato Berenson. “Non mi sembra che sia stato un errore, ma non lo so“.

(articolo originale qui, traduzione di Sara Punzo)

Condividi Articolo:

Lascia un commento