Adozione Buttigieg? Quasi certamente è utero in affitto<br /><span class='post-summary'>Innanzitutto sono due gemelli: e le nascite gemellari sono rare. Ancora più raro che vi siano gemelli adottabili. Secondo Jennifer Lahl, fondatrice di Stop Surrogacy Now, il politico americano e suo marito hanno fatto ricorso a maternità surrogata, fatto su cui viene mantenuta l'ambiguità. Una scelta dalla quale nascono molte domande</span>

Adozione Buttigieg? Quasi certamente è utero in affitto
Innanzitutto sono due gemelli: e le nascite gemellari sono rare. Ancora più raro che vi siano gemelli adottabili. Secondo Jennifer Lahl, fondatrice di Stop Surrogacy Now, il politico americano e suo marito hanno fatto ricorso a maternità surrogata, fatto su cui viene mantenuta l'ambiguità. Una scelta dalla quale nascono molte domande

Condividi Articolo:

Pochi giorni ha fatto il giro del mondo la foto che vedete: Pete Buttigieg e suo marito Chasten Glezman Buttigieg che posano con due neonati, con titoli come: “Diamo il benvenuto ai nostri due gemelli” (vedere qui).

Gli articoli riportano con il tono leggero di una feel-good story le dichiarazioni della coppia sui social network. Dichiarazioni che sono intenzionalmente non chiare su come siano “arrivati” i due gemelli, un bambino e una bambina. Nonostante la coppia avesse parlato in precedenza di tentativi falliti di adozione, la voluta ambiguità fa pensare che si siano serviti della GPA o “utero in affitto”.

I media tradizionali non hanno osato scriverlo, ma lo si è potuto leggere abbondantemente sui social network. Riempie il vuoto l’articolo che vi segnaliamo, scritto da Jennifer Lahl, ex-infermiera pediatrica, presidente del Center for Bioethics and Culture e produttrice di film documentari tra cui “Eggsploitation”, “#BigFertility” e il recente “Trans Mission: What’s the Rush to Reassign Gender?” (vedere qui).

———————–

Finora, i Buttigiegs hanno mantenuto il silenzio su dove e come hanno ottenuto i loro bambini. Chasten ha fatto allusioni per più di un anno a tentativi falliti di adozione come modo per far crescere la loro famiglia.

Io scommetterei invece su un contratto di maternità surrogata, e sarò felice di ritrattare la mia posizione quando verrà fornita prova del contrario. Poiché Pete Buttigieg è il Segretario del Dipartimento dei Trasporti, una nomina di Biden, ho contattato l’ufficio stampa del Dipartimento per informarmi sui gemelli che potrebbero essere nati tramite maternità surrogata.

Perché penso che questi bambini siano il prodotto di un accordo di maternità surrogata? In primo luogo, come ex infermiera di assistenza critica pediatrica, ho familiarità con i dati sulle nascite gemellari.

Le nascite gemellari sono rare, con un tasso di 3 gemelli ogni 100 nascite. Il Centers for Disease Control indica il tasso a 32,1 per 1000 nati vivi all’anno negli Stati Uniti, riportando il numero di nascite gemellari a 120.291 rispetto al numero totale di nascite nel 2019 a 3.747.540.

Da questo sito sulle adozioni apprendiamo che in effetti “una percentuale molto piccola di bambini in attesa di adozione sono gemelli”. E i genitori che vogliono adottare gemelli avranno un tempo di attesa molto lungo.

Dal momento che Chasten ha dichiarato che i loro tentativi di adottare sono falliti, ma ora la coppia posa con gioia con i suoi gemelli, non è così difficile concludere che questi bambini sono nati tramite maternità surrogata.

[…]

Se questo è, infatti, il caso, ho molte altre domande. In primo luogo: chi è la donatrice di ovuli? La maternità surrogata gestazionale prevede che la madre naturale non contribuisca con la sua genetica, è solo letteralmente un utero in affitto. Chi è registrata come madre sui certificati di nascita di questi bambini, oppure entrambe le donne sono state cancellate per contratto legale, elencando solo Pete e Chasten come padri?

I Buttigieg intendono dire ai loro figli chi è la loro madre naturale o genetica? O cresceranno senza mai conoscere la loro madre biologica o la loro madre naturale?

Si è trattato di una gravidanza ad alto rischio, poiché sappiamo che la maternità surrogata è già una gravidanza più rischiosa di quella concepita spontaneamente, e avere una gravidanza gemellare conferisce ancora più rischio alla madre e ai bambini.

I bambini sono stati partoriti con cesareo, come è spesso il caso nelle nascite gemellari surrogate? Per quanto riguarda la donatrice di ovuli, che molto probabilmente è stata pagata e non veramente una “donatrice”, come sono la sua salute e la sua fertilità dopo i noti rischi della donazione di ovuli?

Infine, entrambi gli uomini hanno fornito lo sperma per avere un legame biologico con i gemelli? Questa pratica è comune tra le coppie gay che usano la maternità surrogata, perché fornisce loro un “figlio proprio”. Una coppia lo descrive così: “Il nostro ideale era di avere due gemelli, con ognuno di noi come padre”.

Questa pratica non solo dimostra la mercificazione dei corpi riproduttivi delle donne, ma anche l’aspetto di “bambino su misura” delle gravidanze commerciali a contratto. Mi chiedo se Pete e Chasten hanno usato anche lo screening genetico pre-impianto sui loro embrioni per la selezione del sesso, al fine di ottenere un maschio e una femmina?

Dal mio punto di vista, sembra che due donne siano state comprate, acquistate e mercificate per i ricchi Buttigieg per “costruire la loro famiglia” come un progetto, attraverso la tecnologia moderna.

Articolo integrale di Jennifer Lahl qui

Introduzione e traduzione di Maria Celeste


Condividi Articolo:

Lascia un commento