Canada: allarme sulle violenze maschili nei carceri femminili<br /><span class='post-summary'>Heather Mason, ex-detenuta e attivista per i diritti delle donne, racconta a RT News la realtà delle donne che nelle carceri subiscono abusi e violenze sessuali da parte di uomini "transgender" con il corpo maschile intatto in cella insieme a loro. Ecco le loro lettere</span>

Canada: allarme sulle violenze maschili nei carceri femminili
Heather Mason, ex-detenuta e attivista per i diritti delle donne, racconta a RT News la realtà delle donne che nelle carceri subiscono abusi e violenze sessuali da parte di uomini "transgender" con il corpo maschile intatto in cella insieme a loro. Ecco le loro lettere

Condividi Articolo:

Nel 2017, mentre il movimento #MeToo esplodeva in tutto il mondo occidentale, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dato spontaneamente e senza preavviso il via libera al trasferimento di detenuti maschi che si definiscono donne nelle prigioni federali femminili del Canada.

Le detenute nelle carceri canadesi sono a rischio di violenza da parte di detenuti di sesso maschile che si identificano come donne, ma nessuno è disposto a discutere la questione per paura di essere etichettato come transfobico.

Il movimento #MeToo ha rivelato al mondo che le donne sono sottoposte troppo spesso ad atti criminali di aggressione sessuale sul posto di lavoro, ma la gamma delle denunce è molto più ampia – le donne sono abitualmente sottoposte a piccole violazioni della dignità umana, umiliazioni quotidiane che la società più o meno condona. Queste umiliazioni sono devastanti a livello emotivo. Fanno perdere il senso di dignità e del proprio valore ai propri occhi. Possiamo privarci di molte cose, ma non della nostra dignità di esseri umani.

Heather Mason, che ha scontato la pena nel sistema carcerario canadese, ha dichiarato di aver sperimentato in prima persona i pericoli che derivano dall’inserire uomini nelle prigioni femminili. Il Canada permette agli uomini di scegliere di scontare la loro pena in una prigione femminile se dichiarano di identificarsi come donne – indipendentemente dal fatto che si siano sottoposti o meno a chirurgia o terapia ormonale.

Qui la sua intervista a RT News

RT News “Inmates of intimidation”

Nobody wants to speak about it. They don’t want to report on it. We’re being told that we’re lying, that it’s not happening, that we have bigoted views, that we’re transphobic.

Nessuno vuole parlarne. Non vogliono denunciare la situazione. Ci rispondono che mentiamo, che non sta succedendo, che abbiamo opinioni bigotte, che siamo transfobiche.

Qui l’intervista in Italiano

Traduzione dell’intervista in Italiano su YouTube

Heather Mason, fondatrice di caWsbar e membro del consiglio di amministrazione di Strenght is SISterhood, si batte per mantenere le carceri femminili differenziate per sesso e lotta per abrogare la politica del governo che permette ai detenuti di sesso maschile di auto-ammettersi nelle carceri femminili auto-certificandosi come donne. Trovate qui l’ultima campagna di raccolta fondi di Heather Mason.

Women’s rights activist Heather Mason

In seguito alla decisione di Trudeau, le donne imprigionate sono ora in ogni modo vittime degli uomini detenuti insieme a loro, come permesso dal Correctional Services Canada (CSC). Se si lamentano, sono soggette a punizioni ufficiali. Ci sono sei prigioni federali per donne, che ospitano circa 800 detenute. Attualmente ci sono in tutto 10 – 15 detenuti maschi sparsi in queste strutture.

Quelle che seguono sono lettere uscite clandestinamente dalle prigioni e diffuse da persone che hanno a cuore i diritti delle donne. I nomi e i luoghi delle autrici delle lettere non possono essere rivelati.

Chi crede a queste donne?

Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent
Lettere di donne incarcerate in Canada – Gender Dissent

Condividi Articolo:

Lascia un commento