Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey

Mentre grandi testate come The New York Times e The Times pubblicano articoli sempre più preoccupati sulla transizione dei minori -e in Italia assordante silenzio stampa- nelle scuole dello stato americano si proietta "Ten Years of Testosterone" di Aydian Dowling, influencer FtM che fa propaganda alla vendita online di ormoni, fasce schiaccia-seno e peni di gomma. I trans-spot prendono esplicitamente il posto dell'educazione sessuale
Condividi questo articolo

Quasi contemporaneamente al New York Times, anche The Times dedica due lunghi articoli allo scandalo della transizione dei minori (potevano anche svegliarsi prima che migliaia di ragazzine e ragazzini venissero rovinati con farmaci e ormoni, e invece hanno taciuto fino all'ultimo). Titoli Che cosa si è sbagliato alla Tavistock Clinic per teenager trans? e La mia pubertà è stata chimicamente ritardata: sono stato la loro cavia.

Attendiamo che si sveglino anche i media italiani, dal Corriere della Sera a La Repubblica a La Stampa: in Italia un numero indeterminato di bambine e bambini sta subendo gli stessi trattamenti, ma i dati non sono noti e nessuno vuole parlarne per paura di sembrare transfobico e perdere lettorato Lgbtq e inserzioni pubblicitarie gay friendly. Intanto la salute fisica e psicologica di molti minori viene distrutta.

Probabilmente Feminist Post è l'unico a parlare in modo continuativo di questo tema: digitate nella ricerca puberty blocker e troverete un'infinità di articoli.

Nel frattempo nel New Jersey, nelle scuole corrispondenti alle nostre medie inferiori, dal prossimo anno all'interno del corso di educazione sessuale verrà proiettato il cortometraggio “Dieci anni di testosterone” -già peraltro diffuso in anteprima-. Il corto è un vero e proprio filmato di pubblicità alla transizione realizzato da Aydian Dowling, giovane trans FtM che ha costruito con il suo canale YouTube un vero e proprio business di prodotti per transitare, a cominciare dalla vendita di testosterone e altri articoli, come fasce per comprimere il seno e peni di gomma.

Qui potete vedere il video "Ten Years of Testosterone", che verrà quindi proposto come contenuto curriculare a migliaia di bambine e bambini tra gli 11 e i 13 anni, disturbando il loro libero sviluppo e rischiando di procurare danni irreversibili alla loro salute. A seguire potete leggere il commento di un genitore che ha visto il film e ha seguito la relativa lezione destinata agli studenti.


Sono un genitore con un figlio trans-identificato e mi sono sentito in dovere di vedere questo film per sapere a cosa andiamo incontro. È difficile da guardare, ma vi prego di farlo: non possiamo nascondere la testa sotto la sabbia. […]

Il film inizia con una Aydian ventunenne dalla voce dolce che informa lo spettatore: "Ho scoperto YouTube di recente e dal momento in cui l'ho scoperto volevo fare un video... ma sentivo che non avrei avuto nulla da dire". Mentre pronuncia queste parole, il suono aumenta e sullo schermo vengono proiettate immagini su immagini. Ogni immagine vede una sorridente Aydian al centro dell'attenzione e culmina con la sua apparizione all'Ellen Degeneres Show con qualche anno in più, una voce profonda e la barba. Voilà! La trasformazione è avvenuta e il love bombing è iniziato. Sembra proprio che Aydian abbia molto da dire in questi giorni anche ai ragazzi delle scuole medie.

Aydian è diventato un popolare influencer FTM sui social media, insieme a molti altri il cui percorso verso la celebrità può essere ricondotto ai loro inizi su YouTube. Maggiori informazioni su alcuni di questi influencer FTM di YouTube sono disponibili su The 11th Hour Blog nella serie in tre parti "Cutting to the Chase". YouTube è il luogo in cui gli FTM spesso scoprono il concetto di identità di genere che li porta lontano dalle loro origini biologiche, utilizzando prodotti dannosi (come i binder, fasce per nascondere il seno, e i falli in silicone chiamati packer) e ormoni del sesso opposto, e sottoponendosi a interventi chirurgici che alterano il corpo. È anche la piattaforma con cui alcuni FTM attirano altre ragazze e giovani donne ignare e confuse lontano dalle loro origini biologiche, e un luogo dove possono fare soldi per queste attività che la società dovrebbe forse considerare criminali.

Aydian ha aperto il suo canale nel 2009 e negli anni successivi ha avuto oltre 8 milioni di visualizzazioni; è stato un tour de force insieme ad altri influencer di YouTube che hanno spinto lo stile di vita FTM in ogni aspetto della vita americana. Non solo Aydian è apparsa nello show di "Ellen", ma anche su riviste, ha tenuto conferenze in università e ha fondato una società, ora chiamata Point of Pride, per vendere lo stile di vita FTM, tra le altre iniziative.

In questo articolo di Men's Health c'è una frase che fa pensare al nome originale della sua azienda, Point5cc. "Nell'ottobre 2009, Dowling ha iniziato la sua prima dose di terapia ormonale sostitutiva (HRT) e da allora ha iniettato 0,5 cc di testosterone nei suoi muscoli ogni settimana". Sì, ha originariamente chiamato la sua azienda con il nome del dosaggio dello steroide anabolizzante di classe 3, non sperimentato e off label, che sta promuovendo sulla sua piattaforma, nella sua azienda e ora anche nelle scuole medie del New Jersey! E sì, Men's Health sta riconoscendo la Aydian come uomo per queste pratiche dannose. Senza un background medico, i genitori potrebbero non immaginare che cosa significa questo nome, ma molte ragazze confuse delle scuole medie potrebbero sapere esattamente cosa significa Point5cc se passano un po' di tempo sui social media. L'azienda ha operato con il nome Point5cc dal 2012 al 2021, cambiando recentemente il nome in Point of Pride. Aydian ha offerto il suo preoccupante contributo anche ad altri sistemi scolastici pubblici, apparendo come oratore principale nel 2017 alla "Conferenza del Governatore sui giovani LGBT" dell'Iowa.

Come racconta Aydian nel suo film, "avevo 21 anni, non avevo un linguaggio per descrivere il mio modo di essere e nessuno a cui rivolgermi". YouTube è stata la sua salvezza, fornendole sia il linguaggio (scoperto da altri YouTuber FTM) sia lo sbocco per esprimere la sua nuova identità transgender. Se gli FTM hanno abbastanza successo, la monetizzazione su YouTube può dare grande fama e aprire infinite possibilità. Come scritto nella prima parte di "Cutting to the Chase", "questi influencer non agiscono da soli, ma appaiono regolarmente nei contenuti degli altri e collaborano alla vendita dell'ideologia e dei prodotti per sostenere l'illusione della "transizione"". "Non è difficile capire come la connessione di influencer e piattaforme possa consentire l'esplosione di un'ideologia sbagliata che causa danni immensi a un'intera generazione di giovani". L'articolo utilizza la società di Aydian, Point of Pride, come esempio per mostrare le connessioni con molte altre piattaforme e programmi che portano a un regime di dispositivi, farmaci e interventi chirurgici che dura tutta la vita.

“Dieci anni di testosterone” è pieno di contenuti allarmanti, tra cui una scena di iniezione di testosterone, ma contiene anche una parte di contenuti subliminali che potrebbero essere trascurati. Il primo punto di iniezione è la coscia di un giovane Aydian senza peli. Pochi secondi dopo, la scena passa alla coscia pelosa di una Aydian mascolinizzata, dopo che il testosterone ha attraversato il suo corpo. Quanto potrebbe essere bello per una ragazza confusa in una società che vende una via d'uscita dall'essere se stessa?

Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey
Aydian mostra la sua prima iniezione di testosterone.

È improbabile che i genitori comprendano il senso dell’abbigliamento di Aydian nel corso del cortometraggio, ma le ragazze che desiderano sfuggire agli standard sociali di un mondo ipersessualizzato potrebbero riconoscere alcuni capi. Prendiamo ad esempio la maglietta rossa che Aydian indossa al minuto 2:49, come si vede qui sotto. L'immagine di Superman sovrapposta alla lettera "T" è popolare tra gli attivisti transgender e i loro seguaci. La "T" sta per testosterone o per transgender?

Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey
Aydian con la maglietta "Superman T".

Gli altri cambi di costume di Aydian durante il cortometraggio includono sia una maglietta sia una felpa con cappuccio con la scritta "I am enough" (a 0:51 e a 2:58). Il linguaggio nel mondo dell'ideologia gender è stato decisivo per gettare benzina sul fuoco del pubblico e vendere identità transessuali. "Abbastanza" (Enough) è solo una delle tante parole che sono state stravolte in questo linguaggio orwelliano. "Enough" si trova anche nella seconda parte della serie "Cutting to the Chase". Il progetto "Trans Enough" dell'attivista FTM Chase Ross vede ragazze di 13 anni presentano dei video pubblicati sul suo canale. Le ragazze e le giovani donne hanno raccontato episodi in cui si sono sentite “non abbastanza trans”, come se fosse possibile. Nel 2018 c'è stata un'intera campagna lanciata dagli attivisti intorno alla parola "abbastanza", proprio in occasione della "Giornata della visibilità trans".

Il cortometraggio mostra ripetutamente il petto chirurgicamente modificato di Aydian, facendo desiderare ad alcune ragazze delle scuole medie di porre fine al loro disagio nel corpo di adolescenti in crescita. Al minuto 3:14, Aydian siede di fronte alla sua merce che gli studenti potranno poi acquistare sul suo canale YouTube (anche se non viene loro detto). Gli studenti sono informati del fatto che il marchio Aydian Dowling è un'impresa commerciale? Anche se non lo sanno, è probabile che alcuni del pubblico conoscano Aydian grazie al suo canale o lo sapranno presto dopo essere stati attratti dalla sua presentazione. Un cappello con la scritta ".5" è posizionato strategicamente al centro a destra in caratteri blu brillante. Immaginate vostra figlia o una qualsiasi ragazza delle scuole medie con in testa il dosaggio del testosterone! […]

Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey
Aydian davanti ai suoi prodotti per FtoM.

Per quanto riguarda i danni di questo stile di vita, esiste un numero crescente di studi (ad esempio qui), ma la presentazione di Aydian ai ragazzi e ragazze delle scuole medie rientra nella categoria "storia di avversità e resilienza". Aydian ha ovviamente tralasciato i dettagli relativi all'isterectomia o alle ragioni alla base dell'intervento.

Le aule delle scuole americane sono un'importante frontiera da conquistare […]. Molti altri Stati sono destinati a percorrere questa strada e gli Standard Nazionali di Educazione Sessuale sono un'altra strada per rifornire la fiorente industria transgender di giovani e freschi pazienti che riempiranno le sale chirurgiche delle cliniche di genere. Questi standard sono stati prodotti dal Siecus e da Advocates for Youth, i cui ruoli cambiano nel corso degli anni per promuovere l'ultima agenda sessuale del momento. "Educazione sessuale per il cambiamento sociale" è lo slogan aggiunto a Siecus nel 2019.

Gli influencer sono la macchina della propaganda di un settore. Sono sostenuti da piattaforme tecnologiche, media aziendali e da un'industria che vende fasce per nascondere il seno (binder), falli finti (packer), prodotti sessuali, farmaci e interventi chirurgici dannosi. Risucchiati nella tana del coniglio della medicina transgender spesso da bambini, ora sono adulti che vendono stili di vita dannosi, nonostante la maggior parte non abbia alcuna formazione medica.

Non dovrebbero essere su YouTube e tanto meno nelle aule scolastiche americane. I bambini americani sono nati nei corpi giusti e sono “abbastanza” così come sono.

Traduzione di Maria Celeste

Articolo integrale qui


Buona parte delle notizie pubblicate da Feminist Post non le leggerai altrove. Per questo è importante sostenerci, anche con un piccolo contributo: Feminist Post è prodotto unicamente grazie a lavoro volontario di molte e non gode di alcun finanziamento.
Se pensi che il nostro lavoro possa essere utile per la tua vita, saremo grate anche del più piccolo contributo.

Puoi darci il tuo contributo cliccando qui: Patreon - Feminist Post
   — oppure —
Puoi inviare a: ASSOCIAZIONE CULTURALE BLU BRAMANTE
Causale obbligatoria: FEMINIST POST
IBAN: IT80C0200812914000104838541
Potrebbe interessarti anche
5 Luglio 2022
Donne attaccate da destra e da sinistra: la cenere sul capo del New York Times
Organo dei liberal e della cultura woke, da alcuni mesi il grande quotidiano USA ha intrapreso un vigoroso cambio di rotta, ammettendo i propri eccessi e la misoginia del nuovo corso progressista impegnato a cancellare le donne. Nell'attesa che il vento autocritico arrivi anche in Europa
di Pamela Paul Forse ha senso che le donne - creature dall'apparenza compiacente e gradevole, altruiste e tanto carine - siano state quelle che hanno finalmente riunito il nostro paese polarizzato. Perché l'estrema destra e l'estrema sinistra hanno trovato l'unica cosa su cui possono essere d'accordo: le donne non contano. La posizione della destra è la più nota, il movimento si è dedicato in modo aggressivo per decenni a privare le donne dei diritti fondamentali. Grazie anche a due giudici […]
Leggi ora
29 Giugno 2022
Finiscono le scuole, ricominciano i prelievi coatti dei bambini
Nonostante una recente sentenza della Cassazione abbia definito "fuori dallo stato di diritto" il prelievo coatto dei minori, questa mattina in provincia di Lodi un bambino di 11 anni è stato strappato a sua madre, trattenuta con la forza e con l'inganno mentre il figlio veniva prelevato. Ecco come sono andati i fatti nel racconto di una testimone
Questa mattina in provincia di Lodi, a Casalmaiocco, un bambino di 11 anni, Gioele, è stato strappato con la forza ed allontanato in modo improvviso e traumatico dalla madre con cui viveva. Ecco i fatti come vengono raccontati da un'attivista di MaternaMente presente in quel momento: "Deborah e suo figlio erano stati convocati per un incontro dai servizi sociali stamattina. L'incontro si è  svolto online e i ss hanno usato toni rassicuranti. La mamma si è poi recata in comune per […]
Leggi ora
27 Giugno 2022
New England Journal of Medicine: il divieto di aborto è una catastrofe sanitaria
La prestigiosa rivista lancia l'allarme: saranno soprattutto le donne povere e di colore a pagare il prezzo della sentenza della Corte Suprema, ricacciate ad abortire nella clandestinità con gravi rischi per la loro salute. Anche la pillola del giorno dopo e perfino la spirale potrebbero essere vietati e perseguiti come mezzi abortivi
La decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti in Dobbs v. Jackson Women's Health Organization rappresenta uno straordinario capovolgimento (...) Eppure non era inaspettato. Nel lungo e doloroso preludio alla decisione, molti stati hanno gravemente limitato l'accesso all'assistenza sanitaria riproduttiva. La foglia di fico che copriva queste restrizioni era che l'aborto indotto era una procedura pericolosa che richiedeva una regolamentazione più severa per proteggere la salute delle donne che cercavano tale assistenza. I fatti smentiscono questa falsa retorica.  Gli ultimi dati disponibili negli Stati Uniti […]
Leggi ora
27 Giugno 2022
Come hanno fatto a vincere la guerra contro Roe
Non avere trasformato la Roe v. Wade in legge è stato l'errore capitale della sinistra americana, a cominciare da Barack Obama. L'aborto era una questione del tutto secondaria per i liberal assorbiti dalle trans-politics, che hanno passato gli anni a cancellare la parola "donna" rinominandola come "mestruatore" e "portatore di utero", anziché occuparsi dei diritti delle donne
Come hanno fatto i pro-life americani a vincere la guerra contro la sentenza Roe v. Wade? Nell’articolo di cui vi presentiamo ampli stralci la giornalista Sarah Ditum spiega come l’incuria e l’arroganza dei democratici hanno involontariamente aiutato a riportare indietro di 50 anni i diritti delle donne in America. "Quando è diventato certo che il diritto all'aborto delle donne americane sarebbe stato revocato? La sentenza della Corte Suprema secondo la quale "Roe era terribilmente sbagliata fin dall'inizio" è trapelata quasi due mesi fa, […]
Leggi ora
25 Giugno 2022
Elezioni di midterm negli USA: dopo la sentenza sull'aborto le donne saranno decisive?
Che cosa faranno ora le donne americane? Vincerà la solidarietà tra loro, come ha sempre vinto in Italia riguardo all'aborto? O si accomoderanno negli schieramenti contrapposti in una quasi-guerra civile? Il voto di novembre sarà il primo banco di prova. Le donne potrebbero costituire il nucleo forte di quel fronte moderato che negli USA non riesce a trovare espressione politica
Che cosa faranno ora le donne americane? Vincerà la solidarietà tra loro, come ha sempre vinto in Italia riguardo all'aborto, tenendo insieme le cattoliche e le agnostiche, le donne di sinistra e quelle di destra in difesa della legge 194/78? O si accomoderanno negli schieramenti contrapposti, per descrivere con un eufemismo la quasi-guerra civile in corso negli Stati Uniti? Le elezioni di midterm a novembre, che vedevano favoriti i repubblicani, saranno il primo banco di prova: quante elettrici, sia pure […]
Leggi ora
23 Giugno 2022
Questione trans: cambio di vento tra i progressisti
Il "la" lo danno i democratici americani, ma anche nel resto d'Occidente la trans-filia dei progressisti comincia a dare segni di cedimento. Opportunismo elettoralistico, certo. Ma il cambiamento va registrato. Tenendo gli occhi bene aperti
Michele Serra è un amico e apprezzo molto che si sia assunto la responsabilità di rompere il silenzio da sinistra -finalmente-sull'insopportabile ingiustizia dei corpi maschili negli sport femminili (L'Amaca su La Repubblica ieri, 22 giugno), ingiustizia contro la quale lottiamo da molto tempo (qui troverete un'infinità di testi su questo tema). Un appunto, se possibile: avrei evitato di usare la definizione woke cisgender, imposta dal transattivismo, e nella quale la stragrande maggioranza delle donne del mondo, atlete e non atlete, […]
Leggi ora