Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey

Mentre grandi testate come The New York Times e The Times pubblicano articoli sempre più preoccupati sulla transizione dei minori -e in Italia assordante silenzio stampa- nelle scuole dello stato americano si proietta "Ten Years of Testosterone" di Aydian Dowling, influencer FtM che fa propaganda alla vendita online di ormoni, fasce schiaccia-seno e peni di gomma. I trans-spot prendono esplicitamente il posto dell'educazione sessuale
Condividi questo articolo

Quasi contemporaneamente al New York Times, anche The Times dedica due lunghi articoli allo scandalo della transizione dei minori (potevano anche svegliarsi prima che migliaia di ragazzine e ragazzini venissero rovinati con farmaci e ormoni, e invece hanno taciuto fino all'ultimo). Titoli Che cosa si è sbagliato alla Tavistock Clinic per teenager trans? e La mia pubertà è stata chimicamente ritardata: sono stato la loro cavia.

Attendiamo che si sveglino anche i media italiani, dal Corriere della Sera a La Repubblica a La Stampa: in Italia un numero indeterminato di bambine e bambini sta subendo gli stessi trattamenti, ma i dati non sono noti e nessuno vuole parlarne per paura di sembrare transfobico e perdere lettorato Lgbtq e inserzioni pubblicitarie gay friendly. Intanto la salute fisica e psicologica di molti minori viene distrutta.

Probabilmente Feminist Post è l'unico a parlare in modo continuativo di questo tema: digitate nella ricerca puberty blocker e troverete un'infinità di articoli.

Nel frattempo nel New Jersey, nelle scuole corrispondenti alle nostre medie inferiori, dal prossimo anno all'interno del corso di educazione sessuale verrà proiettato il cortometraggio “Dieci anni di testosterone” -già peraltro diffuso in anteprima-. Il corto è un vero e proprio filmato di pubblicità alla transizione realizzato da Aydian Dowling, giovane trans FtM che ha costruito con il suo canale YouTube un vero e proprio business di prodotti per transitare, a cominciare dalla vendita di testosterone e altri articoli, come fasce per comprimere il seno e peni di gomma.

Qui potete vedere il video "Ten Years of Testosterone", che verrà quindi proposto come contenuto curriculare a migliaia di bambine e bambini tra gli 11 e i 13 anni, disturbando il loro libero sviluppo e rischiando di procurare danni irreversibili alla loro salute. A seguire potete leggere il commento di un genitore che ha visto il film e ha seguito la relativa lezione destinata agli studenti.


Sono un genitore con un figlio trans-identificato e mi sono sentito in dovere di vedere questo film per sapere a cosa andiamo incontro. È difficile da guardare, ma vi prego di farlo: non possiamo nascondere la testa sotto la sabbia. […]

Il film inizia con una Aydian ventunenne dalla voce dolce che informa lo spettatore: "Ho scoperto YouTube di recente e dal momento in cui l'ho scoperto volevo fare un video... ma sentivo che non avrei avuto nulla da dire". Mentre pronuncia queste parole, il suono aumenta e sullo schermo vengono proiettate immagini su immagini. Ogni immagine vede una sorridente Aydian al centro dell'attenzione e culmina con la sua apparizione all'Ellen Degeneres Show con qualche anno in più, una voce profonda e la barba. Voilà! La trasformazione è avvenuta e il love bombing è iniziato. Sembra proprio che Aydian abbia molto da dire in questi giorni anche ai ragazzi delle scuole medie.

Aydian è diventato un popolare influencer FTM sui social media, insieme a molti altri il cui percorso verso la celebrità può essere ricondotto ai loro inizi su YouTube. Maggiori informazioni su alcuni di questi influencer FTM di YouTube sono disponibili su The 11th Hour Blog nella serie in tre parti "Cutting to the Chase". YouTube è il luogo in cui gli FTM spesso scoprono il concetto di identità di genere che li porta lontano dalle loro origini biologiche, utilizzando prodotti dannosi (come i binder, fasce per nascondere il seno, e i falli in silicone chiamati packer) e ormoni del sesso opposto, e sottoponendosi a interventi chirurgici che alterano il corpo. È anche la piattaforma con cui alcuni FTM attirano altre ragazze e giovani donne ignare e confuse lontano dalle loro origini biologiche, e un luogo dove possono fare soldi per queste attività che la società dovrebbe forse considerare criminali.

Aydian ha aperto il suo canale nel 2009 e negli anni successivi ha avuto oltre 8 milioni di visualizzazioni; è stato un tour de force insieme ad altri influencer di YouTube che hanno spinto lo stile di vita FTM in ogni aspetto della vita americana. Non solo Aydian è apparsa nello show di "Ellen", ma anche su riviste, ha tenuto conferenze in università e ha fondato una società, ora chiamata Point of Pride, per vendere lo stile di vita FTM, tra le altre iniziative.

In questo articolo di Men's Health c'è una frase che fa pensare al nome originale della sua azienda, Point5cc. "Nell'ottobre 2009, Dowling ha iniziato la sua prima dose di terapia ormonale sostitutiva (HRT) e da allora ha iniettato 0,5 cc di testosterone nei suoi muscoli ogni settimana". Sì, ha originariamente chiamato la sua azienda con il nome del dosaggio dello steroide anabolizzante di classe 3, non sperimentato e off label, che sta promuovendo sulla sua piattaforma, nella sua azienda e ora anche nelle scuole medie del New Jersey! E sì, Men's Health sta riconoscendo la Aydian come uomo per queste pratiche dannose. Senza un background medico, i genitori potrebbero non immaginare che cosa significa questo nome, ma molte ragazze confuse delle scuole medie potrebbero sapere esattamente cosa significa Point5cc se passano un po' di tempo sui social media. L'azienda ha operato con il nome Point5cc dal 2012 al 2021, cambiando recentemente il nome in Point of Pride. Aydian ha offerto il suo preoccupante contributo anche ad altri sistemi scolastici pubblici, apparendo come oratore principale nel 2017 alla "Conferenza del Governatore sui giovani LGBT" dell'Iowa.

Come racconta Aydian nel suo film, "avevo 21 anni, non avevo un linguaggio per descrivere il mio modo di essere e nessuno a cui rivolgermi". YouTube è stata la sua salvezza, fornendole sia il linguaggio (scoperto da altri YouTuber FTM) sia lo sbocco per esprimere la sua nuova identità transgender. Se gli FTM hanno abbastanza successo, la monetizzazione su YouTube può dare grande fama e aprire infinite possibilità. Come scritto nella prima parte di "Cutting to the Chase", "questi influencer non agiscono da soli, ma appaiono regolarmente nei contenuti degli altri e collaborano alla vendita dell'ideologia e dei prodotti per sostenere l'illusione della "transizione"". "Non è difficile capire come la connessione di influencer e piattaforme possa consentire l'esplosione di un'ideologia sbagliata che causa danni immensi a un'intera generazione di giovani". L'articolo utilizza la società di Aydian, Point of Pride, come esempio per mostrare le connessioni con molte altre piattaforme e programmi che portano a un regime di dispositivi, farmaci e interventi chirurgici che dura tutta la vita.

“Dieci anni di testosterone” è pieno di contenuti allarmanti, tra cui una scena di iniezione di testosterone, ma contiene anche una parte di contenuti subliminali che potrebbero essere trascurati. Il primo punto di iniezione è la coscia di un giovane Aydian senza peli. Pochi secondi dopo, la scena passa alla coscia pelosa di una Aydian mascolinizzata, dopo che il testosterone ha attraversato il suo corpo. Quanto potrebbe essere bello per una ragazza confusa in una società che vende una via d'uscita dall'essere se stessa?

Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey
Aydian mostra la sua prima iniezione di testosterone.

È improbabile che i genitori comprendano il senso dell’abbigliamento di Aydian nel corso del cortometraggio, ma le ragazze che desiderano sfuggire agli standard sociali di un mondo ipersessualizzato potrebbero riconoscere alcuni capi. Prendiamo ad esempio la maglietta rossa che Aydian indossa al minuto 2:49, come si vede qui sotto. L'immagine di Superman sovrapposta alla lettera "T" è popolare tra gli attivisti transgender e i loro seguaci. La "T" sta per testosterone o per transgender?

Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey
Aydian con la maglietta "Superman T".

Gli altri cambi di costume di Aydian durante il cortometraggio includono sia una maglietta sia una felpa con cappuccio con la scritta "I am enough" (a 0:51 e a 2:58). Il linguaggio nel mondo dell'ideologia gender è stato decisivo per gettare benzina sul fuoco del pubblico e vendere identità transessuali. "Abbastanza" (Enough) è solo una delle tante parole che sono state stravolte in questo linguaggio orwelliano. "Enough" si trova anche nella seconda parte della serie "Cutting to the Chase". Il progetto "Trans Enough" dell'attivista FTM Chase Ross vede ragazze di 13 anni presentano dei video pubblicati sul suo canale. Le ragazze e le giovani donne hanno raccontato episodi in cui si sono sentite “non abbastanza trans”, come se fosse possibile. Nel 2018 c'è stata un'intera campagna lanciata dagli attivisti intorno alla parola "abbastanza", proprio in occasione della "Giornata della visibilità trans".

Il cortometraggio mostra ripetutamente il petto chirurgicamente modificato di Aydian, facendo desiderare ad alcune ragazze delle scuole medie di porre fine al loro disagio nel corpo di adolescenti in crescita. Al minuto 3:14, Aydian siede di fronte alla sua merce che gli studenti potranno poi acquistare sul suo canale YouTube (anche se non viene loro detto). Gli studenti sono informati del fatto che il marchio Aydian Dowling è un'impresa commerciale? Anche se non lo sanno, è probabile che alcuni del pubblico conoscano Aydian grazie al suo canale o lo sapranno presto dopo essere stati attratti dalla sua presentazione. Un cappello con la scritta ".5" è posizionato strategicamente al centro a destra in caratteri blu brillante. Immaginate vostra figlia o una qualsiasi ragazza delle scuole medie con in testa il dosaggio del testosterone! […]

Corsi-pubblicità per la transizione nelle scuole medie del New Jersey
Aydian davanti ai suoi prodotti per FtoM.

Per quanto riguarda i danni di questo stile di vita, esiste un numero crescente di studi (ad esempio qui), ma la presentazione di Aydian ai ragazzi e ragazze delle scuole medie rientra nella categoria "storia di avversità e resilienza". Aydian ha ovviamente tralasciato i dettagli relativi all'isterectomia o alle ragioni alla base dell'intervento.

Le aule delle scuole americane sono un'importante frontiera da conquistare […]. Molti altri Stati sono destinati a percorrere questa strada e gli Standard Nazionali di Educazione Sessuale sono un'altra strada per rifornire la fiorente industria transgender di giovani e freschi pazienti che riempiranno le sale chirurgiche delle cliniche di genere. Questi standard sono stati prodotti dal Siecus e da Advocates for Youth, i cui ruoli cambiano nel corso degli anni per promuovere l'ultima agenda sessuale del momento. "Educazione sessuale per il cambiamento sociale" è lo slogan aggiunto a Siecus nel 2019.

Gli influencer sono la macchina della propaganda di un settore. Sono sostenuti da piattaforme tecnologiche, media aziendali e da un'industria che vende fasce per nascondere il seno (binder), falli finti (packer), prodotti sessuali, farmaci e interventi chirurgici dannosi. Risucchiati nella tana del coniglio della medicina transgender spesso da bambini, ora sono adulti che vendono stili di vita dannosi, nonostante la maggior parte non abbia alcuna formazione medica.

Non dovrebbero essere su YouTube e tanto meno nelle aule scolastiche americane. I bambini americani sono nati nei corpi giusti e sono “abbastanza” così come sono.

Traduzione di Maria Celeste

Articolo integrale qui


Buona parte delle notizie pubblicate da Feminist Post non le leggerai altrove. Per questo è importante sostenerci, anche con un piccolo contributo: Feminist Post è prodotto unicamente grazie a lavoro volontario di molte e non gode di alcun finanziamento.
Se pensi che il nostro lavoro possa essere utile per la tua vita, saremo grate anche del più piccolo contributo.

Puoi darci il tuo contributo cliccando qui: Patreon - Feminist Post
   — oppure —
Puoi inviare a: ASSOCIAZIONE CULTURALE BLU BRAMANTE
Causale obbligatoria: FEMINIST POST
IBAN: IT80C0200812914000104838541
Potrebbe interessarti anche
11 Novembre 2022
Iranian Beauty
In Iran la bellezza femminile diventa la leva di una vera rivoluzione: niente di simile alla mortificazione-mercificazione dei corpi che in Occidente viene propagandata come libertà. La lotta per poter essere donne rivela l'ipocrisia del queer
Sono ormai quasi due mesi che è iniziata la rivolta delle ragazze iraniane contro il velo, un'onda incontenibile che ogni giorno produce di nuove immagini, nuovi contenuti, una ventata di aria fresca rispetto a certe narrazioni sulle donne nel mondo islamico, ma anche uno specchio che rivela quanto di artefatto ci sia dietro tante parole d’ordine politicamente corrette del femminismo intersezionale o transfemminismo. Primo: il velo non è una libera scelta né tantomeno quell'empowerment femminista su cui ci bombarda da […]
Leggi ora
7 Novembre 2022
Belgio, nuova legge sul femminicidio. Da studiare
In Europa la violenza maschile è la principale causa di morte per le donne tra i 16 e i 44 anni. Il Belgio si attrezza con una nuova legge che per la prima volta definisce giuridicamente i femminicidi al fine di sviluppare politiche fondate su statistiche ufficiali. Avendo ben presente che la violenza è un dispositivo del dominio maschile
Fermare la strage delle donne. E’ questo il senso della nuova “legge sulla prevenzione e la lotta contro i femminicidi, i delitti basati sul genere e le violenze che li precedono” adottata in prima lettura nel Consiglio dei ministri lo scorso 25 ottobre in Belgio. Depositata dalla Segretaria di Stato per la Parità di Genere, Sarah Schlitz (Ecolo/Verdi), la legge quadro per la prima volta definisce giuridicamente i femminicidi al fine di sviluppare politiche di lotta fondate su statistiche ufficiali. E in […]
Leggi ora
27 Ottobre 2022
Inghilterra: nuove linee guida per i minori "trans"
Mentre la Spagna sta per approvare l'orribile Ley Trans che consente la transizione di bambine-i dai 12 anni anche se i genitori si oppongono, il servizio sanitario inglese chiude definitivamente con il cosiddetto "approccio affermativo" farmacologico (bloccanti della pubertà) praticato per anni e indica il trattamento psicologico come strada prioritaria. E in Italia? Per la Società Italiana di Pediatria questi farmaci non causano problemi e i loro effetti sono completamente "reversibili", dato smentito da svariati studi
Il servizio sanitario inglese (NHS) ha pubblicato una nuova bozza di linee guida per le cure ai minori con disforia di genere (qui il testo integrale), in attesa dei risultati della Cass Review, inchiesta indipendente commissionata dal ministro della salute britannico e guidata dalla pediatra Hilary Cass (vedere qui), che porteranno a una completa ristrutturazione dei servizi dedicati ai minori gender non-conforming. Dopo la chiusura della clinica Tavistock -di cui vi abbiamo raccontato qui-, NHS mette definitivamente fine alla cosiddetta […]
Leggi ora
6 Ottobre 2022
"Distruggi i diritti delle donne": JK Rowling contro la premier scozzese e la sua legge trans
Come in Spagna anche in Scozia il femminismo combatte contro una legge voluta dalla prima ministra Nicola Sturgeon che introduce l'autodeterminazione di genere senza alcuna diagnosi medica e abbassando a 16 anni l'età per l'accesso. E anche stavolta l'autrice di Harry Potter è al fianco delle donne, delle bambine e dei bambini
JK Rowling si fotografa con una maglietta che dice: "Nicola Sturgeon, distruttrice dei diritti delle donne" per sostenere le donne che protestano davanti al parlamento scozzese contro la controversa legge di riforma del riconoscimento di genere voluta dalla Prima Ministra scozzese. Le attiviste di For Women Scotland (Scozia per le donne) si sono riunite questa mattina davanti al Parlamento scozzese per una manifestazione contro il disegno di legge promosso da Sturgeon, che renderebbe più facile l’autodeterminazione di genere –lo abbiamo […]
Leggi ora
5 Ottobre 2022
Le Iraniane stanno lottando anche per noi
Le donne in Iran sono oppresse, violate e uccise proprio per i loro corpi di donne. E la loro rivolta potrebbe liberare tutte e tutti. E' pronto l'Occidente woke dell'identità di genere e della "libertà di velo" a comprendere e sostenere questa rivoluzione che soffia anche per noi? Donna, vita, libertà
Nell’incerto e perennemente mutevole assetto geopolitico del nostro tempo, nel mezzo di un’agenda politica globale che da destra a sinistra dimentica le donne tradendo, seppur in modi differenti, l’esclusività femminile e la ricchezza della differenza sessuale, la lotta delle donne iraniane ha un che di epico, di commovente. L’uccisione di Mahsa Amini dimostra quanto la questione del “velo come libertà” sia la quintessenza della disonestà intellettuale, della fallacia logica, di un’annosa bugia. Alla ventiduenne Mahsa il desiderio di “sentire il […]
Leggi ora
4 Ottobre 2022
USA, coppia gay fa causa: l'utero in affitto è un "diritto", va pagato dall'assicurazione sanitaria
La richiesta dei due uomini punta a far riconoscere come "disabilità" il fatto di non disporre di un utero: pretesa assurda, invidiosa e rivelatrice. Se vincessero in tribunale in tutta l'America assicurazioni e datori di lavoro dovrebbero rimborsare le gestazioni per altri for men
Una coppia gay ha avviato una causa al tribunale del lavoro di New York chiedendo che l’assicurazione fornita dal datore di lavoro paghi al posto loro tutti i costi dell’utero in affitto, al fine di garantire “pari opportunità nell’accesso alle cure della fertilità”. A tutti gli effetti si richiede che una coppia di maschi gay diventi per legge una categoria protetta in quanto entrambi privi di utero e privi di accesso a un utero. Se vincessero la causa, in tutti […]
Leggi ora